NewsScope Astrologia Politica in inglese 
11 settembre 2001
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2001 Rishi in collaborazione con Michael Wolfstar

vendette terroristiche sull'America

Nella mattina di martedì 11, due aerei dirottati si abbattono contro le torri gemelle del WTC, un altro cade violentemente all’interno del Pentagono, e un quarto velivolo viene apparentemente intercettato sul cielo di Pittsbourgh. La Borsa di Wall Street non apre, la Federazione dell’Aviazione Americana chiude immediatamente tutti gli aeroporti, il Presidente e tutti i personaggi chiave della politica americana fuggono in seclusione mentre l’intero dispositivo nazionale si attiva in pieno stato di combattimento.

Possiamo studiare il corollario astrologico che sostiene il difficile momento. In primo piano la situazione critica simboleggiata da Saturno e Plutone. I due pianeti dell’abisso erano in un confronto dinamica simile anche durante il primo attacco alle torri del World Trade Center, il 26 febbraio del 1993. Il collegamento era con l’Ascendente in Scorpione dell’Oroscopo USA. I dati astrologici sono i seguenti: nell’esplosione del 93, Saturno era in aspetto di quinconce con Nettuno natale (mezzo grado di orbita) e Plutone era in una esatta quadratura con la Luna natale (orbita di soli tre minuti primi). Oggi, è Saturno ad essere a soli tre minuti da un trigono con il Saturno natale, e Plutone è a soli cinque minuti di distanza da un aspetto di semi-quadratura con il Plutone natale.

Ma non bastano certo questi contatti a rendere così drammatica l’occorrenza. Venere è il pianeta che rappresenta astrologicamente le finanze, i centri finanziari. Il transito dei nodi lunari colpisce oggi direttamente Venere natale americana. Mercurio transita oggi sul Saturno americano e attiva l’evento astrologico descritto sopra (Saturno è sempre il simbolo della struttura istituzionale della nazione). Giove è nel Cancro, a un grado di distanza dal Sole americano, ma soprattutto è infastidito da Plutone, che dal Sagittario forma un aspetto quasi perfetto di quinconce. La coppia Giove/Plutone è notoria nel marcare attacchi terroristici che prendono nel fanatismo ideologico e religioso la loro “giustificazione morale”.

Urano riveste il ruolo più importante. Il Pianeta dell’imprevedibile staziona nella Quarta casa astrologica dell’Oroscopo americano, quell’area della Carta natale che simboleggia il territorio, la proprietà, la sicurezza del focolare domestico. Nel 1917 (esattamente nel pieno del precedente ciclo uraniano) l’America era coinvolta in una guerra mondiale e la peggiore epidemia di influenza invase la nazione, secondo alcuni scatenata da terroristi. Oggi Urano è nella Quarta casa e si collega con Marte natale: i due sono in segni d’aria, a riflettere la minaccia che viene dal cielo, dagli aerei (Urano è tradizionalmente associato all’aviazione). Il transito continuerà ancora per parecchi anni ma giungerà ad un culmine nel febbraio del 2002, quando toccherà la Luna americana, passaggio che continuerà per tutto l’anno. Il 2002 si annuncia dunque come un anno intenso, in cui la nazione americana, in profonda ansia, dovrà misurarsi con la necessità di prendere urgenti decisioni d’emergenza.

Nemmeno il più scapigliato degli astrologi politici avrebbe potuto prevedere un simile attacco ai simboli del potere americano, ma il sottofondo di “crisi strisciante” segnalato dalle forze planetarie in gioco in questo periodo avrebbe dovuto invitare le classi dirigenti delle democrazie occidentali a considerare con più attenzione le minacce che arrivano dai poteri oscuri ad esse nemiche.

pagina iniziale